DOSSIERAGGIO, CICCHITTO (REL): FORTE E’ IL TENTATIVO DI DEPISTAGGIO. SI FACCIA COMMISSIONE PARLAMENTARE D’INCHIESTA ANCHE SE DEBENEDETTI E BONELLI NON SONO D’ACCORDO

4 Marzo 2024
- Di
Redazione
Categorie:
Array
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dichiarazione dell’on. Fabrizio Cicchitto, Presidente di ReL Riformismo e Libertà cell. 333.5055555

La libertà di stampa non c’entra niente: qui ci sono stati 800 e forse molti di più accessi abusivi da parte di un ufficiale della guardia di finanza, non ordinati da nessun magistrato, fatti specialmente prima di scadenze politiche delicate, soprattutto nei confronti di esponenti del centro destra ma anche di dirigenti sportivi.

Quindi i giornalisti hanno utilizzato accessi abusivi o li hanno addirittura in un caso sollecitati, ragion per cui siamo molto oltre la violazione del segreto istruttorio.

Allora, invece della inutile commissione parlamentare sul covid fatta dalla destra per vendetta contro i governi Conte e Draghi, si faccia questa, anche se Debenedetti e Bonelli non sono d accordo.

Siamo di fronte a un caso di una gravità straordinaria.

Poi: alcuni ex magistrati già all’antimafia da cui è cominciato l‘ abuso e che adesso sono nella commissione parlamentare antimafia sono lì a proteggere se stessi?
Ovviamente siccome gli ambienti presi con le mani nel sacco sono molto potenti adesso altrettanto forte e’ il tentativo di depistaggio”.

Roma, 3 Marzo 2024

Copyright @SprayNews
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram