FONDAZIONE AN, JONGHI LAVARINI : I CONTI NON TORNANO. DOMANI L’ASSEMBLEA

10 Luglio 2024
- Di
Redazione
Categorie:
EMILIA ROMAGNA : i Patrioti del barone nero Roberto Jonghi Lavarini sostengono la lista civica di Elena Ugolini. - SprayNews - Monica Macchioni
Array
Tempo di lettura: 2 minuti

FONDAZIONE AN, JONGHI LAVARINI: I CONTI NON TORNANO. DOMANI L’ASSEMBLEA, URGE VERIFICA TRASPARENTE DI GESTIONE E SPESE.

C’È’ MATERIA PER UNA INCHIESTA E NON SOLO GIORNALISTICA

La Fondazione Alleanza Nazionale - che gestisce il patrimonio storico ma anche immobiliare messo insieme dai militanti neofascisti del Movimento Sociale Italiano - perpetra l’ennesimo tradimento nominando un ragazzino liberale e filoatlantista come Francesco Giubilei a capo del suo comitato scientifico.

La sede storica di Via Mancini, come tante altre, è stata comprata con il contributo determinante degli ex combattenti della RSI: per fare un esempio chiaro e lampante e’ un po’ come se affidassero a Renzi e Calenda l'archivio storico del PCI o le sedi dell'ANPI.

Questa ultima scandalosa nomina dovrebbe scatenare la rivolta dei vecchi missini: chi e come gestisce il patrimonio della fondazione AN?

Quanti e chi sono gli stipendiati e i consulenti della stessa?

Serve assolutamente trasparenza su come vengono spesi i soldi ottenuti dal sacrificio dei militanti del MSI e di AN.

Con un gruppo di avvocati, già dirigenti del MSI, coordinata dal prof Vincenzo Forte e dall'avv Cesare Vernarecci di Fossombrone, stiamo valutando azioni legali a tutela del patrimonio storico e immobiliare missino, gestito dalla Fondazione Alleanza Nazionale.

I numeri parlano chiaro e crediamo non sara’ semplice motivare l’evaporazione di cifre importanti.

Tutto questo e molto altro dovrebbe essere oggetto di una inchiesta coraggiosa da parte di giornalisti e conduttori Tv che si sono scandalizzati rispetto al contenuto emerso da Fanpage.

Fanno più rumore le battute goliardiche che si sciolgono come neve al sole o i numeri che hanno la testa dura ?

Più dubbi e segnalazioni ci sono pervenute: va assolutamente fatta una indagine e una verifica trasparente di gestione e spese.

Non vorremmo che finisse come la tristemente famosa (e penosa) vicenda della casa di Montecarlo.

Domani c’è’ l’Assemblea: qualcuno avrà il coraggio di sollevare questo tema concreto e reale?

O prevarranno ipocrisia e conformismo?

Dichiarazione del barone nero Roberto JONGHI LAVARINI

- SprayNews - Monica Macchioni

Copyright @SprayNews
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram