StringiamCi a Marsilio

7 Marzo 2024
- Di
Redazione
StringiamCi a Marsiglio
Array
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Maestro Alberto Veronesi, stimato direttore d’orchestra internazionale, direttore a Staatsoper Wien, Festival di Salisburgo, Carnegie Hall di New York, scende in campo con il suo pianoforte per sostenere Marco Marsilio e Fratelli d’Italia alle elezioni regionali del 10 marzo.

Il piccolo tour che tocca L’Aquila (Piazza Duomo, giovedì 7, ore 12), Chieti (Via XXIV Maggio, Venerdì 8, ore 10), Pescara (Via Monti Aurunci 1, Venerdì 8 ore 12), sarà occasione di un volantinaggio per testimoniare il sostegno del Maestro al governatore uscente Marco Marsilio.
“Marco Marsilio ha ben governato in questi 5 anni, puntando oltre che a rilanciare il patrimonio culturale abruzzese, le orchestre e il bel Teatro di Chieti, sulle infrastrutture e la sanità’. Con i nuovi collegamenti ferroviari e le infrastrutture portuali, la riforma sanitaria che libera 400 milioni di euro, l’Abruzzo ha cominciato ad essere al centro dell’Italia non solo sulla cartina geografica, ma nella cultura, sanità ed economia.
E ciò dopo decenni di nulla con una sinistra che litiga su tutto, predica il no a tutto, e tiene le infrastrutture al palo. Dunque: “StringiamCi a Marsilio”.

Il Maestro Alberto Veronesi, stimato direttore d’orchestra internazionale, direttore a Staatsoper Wien, Festival di Salisburgo, Carnegie Hall di New York, scende in campo con il suo pianoforte per sostenere Marco Marsilio e Fratelli d’Italia alle elezioni regionali del 10 marzo.

Il piccolo tour che tocca L’Aquila (Piazza Duomo, giovedì 7, ore 12), Chieti (Via XXIV Maggio, Venerdì 8, ore 10), Pescara (Via Monti Aurunci 1, Venerdì 8 ore 12), sarà occasione di un volantinaggio per testimoniare il sostegno del Maestro al governatore uscente Marco Marsilio.
“Marco Marsilio ha ben governato in questi 5 anni, puntando oltre che a rilanciare il patrimonio culturale abruzzese, le orchestre e il bel Teatro di Chieti, sulle infrastrutture e la sanità’. Con i nuovi collegamenti ferroviari e le infrastrutture portuali, la riforma sanitaria che libera 400 milioni di euro, l’Abruzzo ha cominciato ad essere al centro dell’Italia non solo sulla cartina geografica, ma nella cultura, sanità ed economia.
E ciò dopo decenni di nulla con una sinistra che litiga su tutto, predica il no a tutto, e tiene le infrastrutture al palo. Dunque: “StringiamCi a Marsilio”.

StringiamCi a Marsilio
Copyright @SprayNews
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram